ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

NBA: Golden State spezza il tabù-Houston

Sfida Harden-Curry.
Sfida Harden-Curry. -
Diritti d'autore
Troy Taormina-USA TODAY Sports
Dimensioni di testo Aa Aa

HOUSTON (USA) - Tutto esaurito al Toyota Center di Houston, Texas. Ma i Golden State Warriors rovinano la festa ai Rockets, alla caccia della decima vittoria consecutiva.

Ci pensa Stephen Curry (alla fine 24 punti) a scuotere gli Warriors, che in questa stagione avevano perso già tre volte con i Rockets. Per loro, una specie di tabù.

E' una partita sul filo dell'equilibrio: James Harden trascina i suoi, alla fine per lui 29 punti, ma solo 2/12 da tre

Gli ultimi secondo dell'ultimo quarto sono mozzafiato. Strepitoso coast-to-coast di Chris Paul (24 punti a referto), che penetra nella difesa di Golden State e riporta il match in bilico a 10 secondi dalla sirena.

Sul 106-103, a 6 secondi dalla fine, Harden mette a canestro il primo tiro libero, ma sbaglia il secondo, Andre Iguodala smanaccia il rimbalzo e mette in ghiaccio (106-104) la vittoria per gli Warriors.

Un colpo proibito?

A fine partita, qualche scaramuccia tra le due star delle squadre, Stephen Curry e James Harden, colpevole - secondo l'avversario - di un colpo proibito - in realtà poco evidente - durante il match.

Un record per Klay Thompson

Klay Thompon diventa il secondo giocatore della storia dell'NBA ad avere realizzato 200 tiri da tre punti per sette stagioni consecutive, raggiungendo proprio il compagno di squadra Stephen Curry. Che record!

In testa alle Conference: Milwaukee e Golden State

Golden State Warrios sempre al comando della West Conference.
Houston è al quarto posto.
Nell'East Conference in testa i Milwaukee Bucks, con un record di 51 vittorie (48 quelle dei Golden State).

Troy Taormina-USA TODAY Sports
Incontro ravvicinato sottocanestro tra Jordan Bell (2) e Clint Capela (15)Troy Taormina-USA TODAY Sports