Corea del Nord: dopo Hanoi ripristinato il sito per il lancio dei razzi

Corea del Nord: dopo Hanoi ripristinato il sito per il lancio dei razzi
Di Stefania De Michele
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nessun accordo sul programma nucleare nordcoreano e sulle sanzioni imposte dagli Usa.

PUBBLICITÀ

Gli Stati Uniti non ritirano le sanzioni, la Corea del Nord ripristina il sito di lancio dei razzi sulla costa nord occidentale del Paese. L'impianto era inattivo dall'agosto scorso: adesso le immagini satellitari mostrano il riavvio dell'attività.

Secondo il Centro statunitense per gli Studi Strategici e Internazionali, la decisione di Pyongyang è figlia del fallimento del vertice di Hanoi tra Donald Trump e Kim Jong Un, che si è chiuso senza un accordo sul programma nucleare e balistico della Corea del Nord e sulle sanzioni imposte dagli Stati Uniti.

Il sito riattivato serve ufficialmente al lancio dei satelliti in orbita, come avvenuto nel 2012 e nel 2016. I reattori possono però anche essere adattati ai missili balistici.

Al termine di un summit con Kim a Pyongyang nel settembre scorso, il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-In,  aveva annunciato che la Corea del Nord aveva accettato di “chiudere in modo permanente” il suo sito di test dei vettori e la rampa di lancio di Sohae.

Altre immagini satellitari dell'area, risalenti al luglio scorso, avevano mostrato le prime operazioni di smantellamento della struttura, ora ripristinata. E la comunità internazionale accusa, adesso come prima, il programma spaziale di Kim Jong Un di essere la copertura per programmi di armamenti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Quale la posta in gioco per il prossimo vertice tra Putin e Kim Jong-un

Kim disponibile a un accordo sul nucleare entro fine anno, "ma atteggiamento USA deve cambiare"

Usa-Corea del nord, i due nemici si annusano