Algeria: le proteste non si fermano, centinaia di studenti in sciopero

Algeria: le proteste non si fermano, centinaia di studenti in sciopero
Dimensioni di testo Aa Aa

La mezza promessa del presidente Bouteflika - che ha confermato la candidatura, con l'intenzione però di farsi da parte a metà mandatoper consentire nuove elezioni anticipate - non ha fermato la rabbia dei giovani algerini. Migliaia di studenti hanno disertato le lezioni per unirsi alle manifestazioni per le strade di Algeri e nel resto del paese: a sentir loro, il tentativo di apertura del 4 volte presidente li avrebbe semmai ancor piu esasperati

REUTERS/Christian Hartmann

"Ieri abbiamo capito che questo governo è una barzelletta" dice Islam, studente 22enne. "Anche la nostra costituzione è diventata uno scenario per un film di Bollywood, Bouteflika vorrebbe rimanere un altro anno e poi si vedrà? Cosi dovrebbe lasciare il potere? E' una sceneggiata! Questa non è democrazia, non è nemmeno una repubblica, è un regno".

"Non stiamo dicendo che Bouteflika non abbia fatto nulla" spiega un altro giovane. "Riconosciamo che ha lavorato bene, ma ora è malato, è su una sedia a rotelle. Quelli che lo spingono a candidarsi, dovrebbero essere in realtà i primi a lasciare il potere algerino. Questa candidatura è un insulto per il nostro popolo".

Un'eventuale rielezione di Bouteflika è considerata una garanzia di stabilità da Stati Uniti ed Unione europea, per via degli interessi in gioco nella lotta al fondamentalismo e nel mercato energetico .Ma i giovani promettono di rimanere in strada a oltranza se cio dovesse accadere