Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Youtube e Pinterest contro i contenuti no vax sui social media

Youtube e Pinterest contro i contenuti no vax sui social media
Diritti d'autore
AFP
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Le piattaforme social Pinterest e Youtube hanno adottato una politica di tolleranza zero contro i post e le bufale no vax.

Pinterest ha scritto ad Euronews che le linee guida della sua comunità dicono chiaramente che "i pin dannosi per la salute pubblica", come appunto i messaggi che contestano la validità dei vaccini, saranno immediatamente rimossi dalla piattaforma.

La piattaforma ha indicato che l'anno scorso ha iniziato a bloccare le ricerche sulle vaccinazioni perché i risultati ottenuti restituivano informazioni false. In generale, qualsiasi pin, bacheca o account che infrange le linee guida della comunità viene rimosso dalla piattaforma, si legge nella dichiarazione che però non dà nessun numero specifico.

Una delle strategie di Pinterest per limitare i danni che le fake news sulla salute possono avere sugli utenti è quella di identificare e bloccare i siti web che diffondono esplicitamente disinformazione in materia di salute.

"In questo modo, i contenuti di questi siti web sono immediatamente cancellati da Pinterest e gli utenti non possono condividerli".

Niente più pubblicità sui video no vax

Anche YouTube ha adottato politiche rigorose contro i video no vax sulla sua piattaforma. Ha iniziato a rimuovere gli annunci pubblicitari che compaiono prima di questi video, limitando così le opportunità di business ad essi connesse.

"Abbiamo delle politiche rigide che regolano i video su cui permettiamo la comparsa di annunci: quelli che promuovono contenuti anti-vaccinazioni erano (e sono ancora) una violazione della politica di YouTube in materia di atti pericolosi o perniciosi", ha detto un portavoce di YouTube a _Euronews. _Il portavoce ha aggiunto che i video di questo tipo vengono immediatamente cancellati dalla piattaforma.

La posizione di Facebook

Facebook ha detto che segue rigide regole comunitarie e che i messaggi no vax sono comunemente controllati. "Se le informazioni sono false, saranno cancellate e se il contenuto viola le regole della comunità viene rimosso", ha detto un portavoce del gigante dei social media.

"Una minaccia per la salute globale"

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) avverte che le esitazioni in materia vaccinale sono una nuova minaccia per la salute globale. "L'esitazione nel vaccinare - la riluttanza o il rifiuto di vaccinare nonostante la disponibilità di vaccini - minaccia di invertire i progressi compiuti nell'affrontare le malattie a prevenzione vaccinale", ha avvertito l'organismo sanitario dell'ONU.

Un'indagine del 2018 ha rilevato che la Bulgaria, la Lettonia e la Francia sono i paesi più scettici nei confronti dei vaccini di tutta l'Unione Europea.

La fiducia nei vaccini è diminuita in alcune parti d'Europa a causa del fatto che i gruppi anti-vax hanno guadagnato trazione anche nella sfera politica, si legge nel rapporto.

La questione vaccinale è tornata a fare parlare di sé questa settimana: funzionari del Costa Rica hanno messo sotto quarantena un bambino francese di 5 anni non vaccinato, in vacanza con i genitori, accusandolo di rischiare di reintrodurre il morbillo nel Paese.