EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Siria: iniziata l'evacuazione di civili e miliziani da Baghuz

Siria: iniziata l'evacuazione di civili e miliziani da Baghuz
Diritti d'autore 
Di Paola Cavadi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A bordo di una ventina di mezzi sono stati caricati circa un migliaio di persone. Tra loro civili, miliaziani dell'ISIL e anche prigionieri curdi e arabi rimasti per mesi o anni ostaggio dei jihadisti. MIstero sul primo convoglio che non viene fermato al check point.

PUBBLICITÀ

E' iniziata l'evacuazione di civili e miliziani dell'ISIL da Baghuz, ultima roccaforte controllata dai jihadisti nel sud est della Siria.

A riferirlo all'Ansa fonti curde presenti sul posto dove almeno una ventina di camion avrebbero caricato a bordo oltre un migliaio di persone, tra cui donne e bambini. Lo conferma il portavoce delle forze democratiche siriane, Adnane Afrine: "Di tanto in tanto ci sono ancora scontri sporadici qua e là - spiega - mentre un gran numero di civili viene evacuato attraverso il corridoio aperto dalle forze democratiche siriane e che funziona da ieri".

A bordo dei convogli potrebbero esserci, oltre ai miliziani dell'ISIL, anche combattenti curdi e arabi fatti prigionieri dai jihadisti. Il primo dei due gruppi di camion non sarebbe stato fermato al primo dei 3 posti di blocco, eretti attorno al campo dove si erano asserragliati fino a martedi circa 300 jihadisti irriducibili prima della resa (qui immagini esclusive dell'ultima battaglia di Baghuz pubblicate dalla Cnn). Secondo la procedura di evacuazione i mezzi sarebbero dovuti passare attraverso 3 check pont, il primo per verificare la presenza di jihadisti, il secondo per un primo aiuto umanitario ai civili, il terzo per lo smistamento nei campi profughi della Siria orientale. Non è chiaro dove siano diretti i mezzi.

Intanto, un funzionario dell'esercito Usa citato dalla Cnn rivela che nei mesi scorsi sarebbero circa un migliaio i combattenti dell'ISIL fuggiti dalla Siria verso l'Iraq e potrebbero avere con sé circa 200 milioni di dollari in contanti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia, treno-museo itinerante con le armi sequestrate in Siria

Russia, respinto l'appello di un uomo arrestato per l'attentato alla Crocus city hall di Mosca

Arrestato a Roma un uomo affiliato all'Isis: usava diverse identità per sfuggire alla cattura