This content is not available in your region

Venezuela: Maduro non esclude la guerra civile, la Francia gli ribadisce l'ultimatum

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Venezuela: Maduro non esclude la guerra civile, la Francia gli ribadisce l'ultimatum

L'Unione Europea invia un ultimatum al Presidente venezuelano, Nicolas Maduro, affinchè indica subito le elezioni, altrimenti è pronta a riconoscere Juan Guaidó come suo legittimo successore.

Dal canto proprio, Maduro risponde evocando la possibilità che si scateni una guerra civile nel suo Paese ed invita Donald Trump a "fermarsi".

La Francia ricorda al Presidente venezuelano l'imminente scadenza dell'aut aut lanciato da Parigi ed altri Paesi europei: a rimarcarlo è il Ministro transalpino per gli Affari europei, Nathalie Loiseau:

"L'elezione di Maduro lo scorso maggio è stata una barzelletta, una finzione elettorale - dice quest'ultima -: quello che lui ha detto sinora è 'Organizzerò le elezioni legislative', il che equivale a dire che vuole liberarsi del Presidente dell'Assemblea nazionale, Guaidó, sostenuto dai manifestanti.

Se entro stasera non si impegnerà ad organizzare elezioni presidenziali, riterremo Guaidó legittimato a organizzarle al suo posto".

Intanto, dopo il primo sostegno dell'Ambasciatore venezuelano in Iraq all'autoproclamato Presidente, si registra anche la presa di posizione della comunità italo-venezuelana, che da Caracas invia una lettera aperta a Mattarella per indurre l'Italia a sostenere l’oppositore di Maduro.

Calles full en Venezuela contra Maduro

¡LAS CALLES ESTÁN LLENAS! Una vez más el pueblo demuestra que quiere a Maduro fuera...

Publiée par Vamos Venezuela. sur Samedi 2 février 2019