Londra, droni paralizzano aeroporto Gatwick: 20mila passeggeri a terra

Londra, droni paralizzano aeroporto Gatwick: 20mila passeggeri a terra
Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno 20mila passeggeri sono rimasti bloccati nell'aeroporto londinese di Gatwick - il secondo per importanza in tutto il Regno Unito - dove il traffico aereo resta sospeso dalle 21 di mercoledì, quando due droni - la cui provenienza resta ancora sconosciuta - hanno preso a sorvolare le piste d'atterraggio.

L'andamento delle operazioni, partite all'istante per individuare l'uomo al comando dei due velivoli, ha convinto le autorità che quest'ultimo mirasse effettivamente a sabotare l'attività dell'aeroporto. "Ogni volta che siamo vicini a individuare l'operatore - spiega Justin Burtenshaw, sovrintendente capo della polizia aeroportuale - i droni scompaiono, per poi riapparire quando riapriamo il traffico , quindi sono assolutamente convinto che questo sia un atto deliberato per disturbare l'aeroporto di Gatwick".

I voli in arrivo sono stati finora dirottati su altri aeroporti, inclusi quelli di Parigi e Amsterdam, mentre le partenze hanno dovuto essere cancellate o posticipate a tempo indeterminato. Il traffico è rimasto fermo per quasi 24ore, ad eccezione di una breve finestra di 45 minuti, quando, poco prima dell'alba di giovedì, la situazione sembrava tornata alla normalità

Una situazione inaccettabile secondo un portavoce della premier Theresa May, che ha ricordato come l'autore di questo gesto definito profondamente irresponsabile rischi ora fino a 5 anni di carcere.