EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Manovra: gli ultimi ritocchi per arrivare al 2,04%

Il presidente del Consiglio Conte (al centro) con i vicepremier
Il presidente del Consiglio Conte (al centro) con i vicepremier Diritti d'autore Reuters
Diritti d'autore Reuters
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ecco come il governo pensa di abbassare il rapporto deficit/Pil per evitare la procedura di infrazione dell'Ue

PUBBLICITÀ

Ultimi ritocchi per la manovra. Nella serata di domenica il presidente del Consiglio Conte ha incontrato i due vicepremier Salvini e Di Maio assieme al ministro dell’Economia Tria per tradurre in emendamenti il famoso 2,04% di rapporto tra deficit e Pil promesso all’Unione europea.

Ecco quindi cosa si è deciso. Salve le due riforme promesse agli italiani: reddito di cittadinanza e superamento della riforma Fornero per le pensioni, ma a questi due pilastri vengono sottratti 4 miliardi di euro. Viene introdotta l’ecotassa, ma solo per le auto di lusso e vengono tagliate le pensioni d’oro fino al 40 percento.

Per le imprese piccolo sgravio dei contributi Inail e tasse al 7 percento per i pensionati stranieri che decidono di andare a vivere nel Mezzogiorno. Più soldi alla Capitale per strade e metropolitane. Per i 18enni cambia il bonus cultura che potrà essere speso solo per i libri in formato cartaceo e digitale.

Questo è il pacchetto di emendamenti che saranno presentati al Parlamento e a Bruxelles, che il 19 dicembre deciderà se far partire o meno la procedura di infrazione nei confronti dell'Italia

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Manovra, Moscovici spegne gli entusiasmi dell'Italia

Conte-Juncker, vince la diplomazia: si tratta sulla manovra

Manovra: passa la fiducia alla Camera con 330 sì