Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Russia-Ucraina, tensione in crescita. Kiev: "Legge marziale"

Russia-Ucraina, tensione in crescita. Kiev: "Legge marziale"
Diritti d'autore
Screenshot
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Rischiano di peggiorare rapidamente i già compromessi rapporti tra Mosca e Kiev, dopo che la marina russa ha sequestrato tre navi ucraine in rotta dal Mar Nero allo Stretto di Kerch. L'Ucraina sostiene che le unità russe avrebbero speronato intenzionalmente un rimorchiatore che trainava due cannoniere ucraine verso Mariupol, e usato armi da fuoco. Il presidente ucraino Petro Poroshenko, che ha riunito i vertici militari, ha ipotizzato l'introduzione della legge marziale.

"Verrà introdotta la legge marziale per rafforzare le capacità di difesa dell'Ucraina davanti a quello che secondo il diritto internazionale, è un atto di aggressione a freddo da parte della Federazione Russa", ha detto Poroshenko. Teatro dell'incidente lo strategico stretto di Kerch, tra il Mar Nero e il Mar d'Azov, occupato dai russi sin dall'invasione della Crimea, e che divide in due le coste ucraine.

Secondo la versione russa, le tre imbarcazioni non avevano comunicato i loro movimenti alle autorità che gestiscono la circolazione marittima nello Stretto, causando l'intervento della Marina russa che ha sbarrato la rotta al convoglio e provocato lo speronamento del rimorchiatore.

Della crisi e dei rischi che ne derivano, ne discuterà a New York, quando in Europa saranno le 17, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, convocato in via d'urgenza.