ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Manovra, Conte: "In caso di infrazione chiederemo tempi distesi"

Manovra, Conte: "In caso di infrazione chiederemo tempi distesi"
@ Copyright :
Reuters
Dimensioni di testo Aa Aa

Il governo italiano potrà inviare all'Europa le sue "controdeduzioni" sulle manovra e trasmetterà "una replica ben articolata ed esaustiva allo scopo di illustrare i programmi e le decisioni. "Puntualizzeremo gli effetti della manovra sulla crescita". Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, nell'informativa urgente alla Camera il giorno dopo la bocciatura della manovra italiana da parte della Ue.

"L'Eurogruppo di luglio - ha detto il premier - aveva chiesto all'Italia di contenere la crescita primaria entro lo 0,1%. Secondo l'opinione della commissione il documento mandato dall'Italia prevede un deterioramento dello 0,9% allontanando il Paese dal conseguimento nel medio termine che garantisce l'equilibrio di bilancio".

"Non abbiamo accolto le raccomandazioni in materia di aggiustamento strutturale - ha spiegato Conte - perché non compatibili con lo stato congiunturale della nostra economia e con il nostro disegno di politica economica, più orientato alla crescita che non all'austerità".

"Poiché la divergenza con le raccomandazioni dell'Ecofin riguarda la previsione dei numeri di finanza pubblica, in particolare il deficit e debito per il triennio, confidiamo che le argomentazioni che forniremo saranno oggetto di attenta valutazione da parte dei membri dell'Ecofin".

Leggi anche ➡️ Bruxelles boccia l'Italia ma lascia aperto uno spiraglio

"Impulso a crescita con accumulazione capitale"

Conte ha detto che "l'impulso alla crescita ci sarà con l'accumulazione di capitale e al centro del progetto ci sono investimenti pubblici che devono favorire quelli privati con un aumento del recupero delle forze lavoro del settore privato. Si prevede anche un aumento complessivo della sua produttività garantito dal ricambio generazionale a seguito degli interventi sulle regole di pensionamento. In elaborazione c'è poi un dlgs di ampia portata in materia di contratti pubblici come pure un ddl delega di codificazione di alcuni settori per avere un quadro regolatorio più certo".

Conte ha precisato poi che le politiche economiche e le riforme che il governo italiano sta mettendo in campo sono "perfettamente in linea con le raccomandazioni" giunte dall'Ecofin. Il premier ha citato le dismissioni immobiliari, le semplificazioni, la riforma dell'insolvenza e "lo stretto monitoraggio della spesa allo scopo garantire rispetto assoluto rapporto deficit/pil".

"Se l'Ecofin farà partire procedura infrazione chiederemo tempi distesi"

Il primo ministro ha detto che "nel caso in cui l'Ecofin dovesse decidere di aderire alla raccomandazione della Commissione, chiederemo tempi di attuazione molto distesi". Questo tempo, ha aggiunto, "ci servirà per consentire alla manovra economica di produrre i suoi effetti sulla crescita e, grazie a questo, di ridurre il debito pubblico".