ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

New York Marathon: Kamworor e Flanagan per ll bis

Lettura in corso:

New York Marathon: Kamworor e Flanagan per ll bis

New York Marathon: Kamworor e Flanagan per ll bis
Dimensioni di testo Aa Aa

NEW YORK (USA)

Maratona di New York per tutti, non solo per le atlete di spicco, come le campionesse Desiree Linden, Allie Kiefer e le altre favorite, tra cui la vincitrice dell'anno scorso Shalane Flanagan.

Chi la spunterà tra le donne?

Tra i top runner, c'è anche il 43enne Bernard Lagat, più volte campione del mondo di mezzofondo, ma sarà il keniano Geoffrey Kipsang Kamworor, 26 anni, trionfatore nel 2017, l'uomo da battere.
Tra i partenti, anche gli etiopi Tamirat Tola, Lesila Desisa e Shura Kitata.

Riuscirà Bernard Lagat a fare la grande impresa?

Albo d'oro "all'italiana"

La Maratona di New York, la più prestigiosa del mondo, si corre dal 1970. Solo l'edizione del 2012 non è stata disputata, a causa dell'uragano Sandy.

Quattro gli italiani che l'hanno conquistata, tre uomini e una donna.

Tra gli uomini, dominio azzurro tra il 1984 e il 1986, con doppietta di Orlando Pizzolato e successo di Gianni Poli. Poi, nel 1996, è toccato a Giacomo Leone.

Tra le donne, l'unico trionfo azzurro è quello di Franca Fiacconi nel 1998, esattamente venti anni fa.

Una maratona per sfida

La Maratona di New York è una maratona per tutti. Anche per chi ha una felpa che domanda: troppo grassa per correre?

"Troppo grassa per correre"?

Sei anni fa, un medico disse alla londinese Julie Creffield che era troppo grassa per correre una maratona. E invece...
Come non detto: la quarantenne inglese correrà nella Grande Mela la sua quarta maratona.

"Mi stavo allenando per la mia seconda maratona e un altro dottore mi ha dettio 'sei troppo grassa per correre'. E dopo due settimane ho corso la maratona di Brighton solo per mostrargli che potevo farlo", ricorda Julie Creffield, ora anche blogger, life coach e speaker motivazionale, con un sito tutto suo (www.juliecreffield.com).

Julie Creffield: la sua grande passione per la corsa l'ha fatta dimagrire.

Una maratona senza età

Ginette Bedard è francese (di Metz) e, soprattutto, ha 85 anni. Anche lei sarà tra i 50.000 podisti al via domenica dal Ponte di Verrazzano. Pensate: sarà la sua 16esima New York Marathon.

"Ogni giorno faccio cosi, corro per tre ore, poi mezz'ora di yoga...e torno a casa felice, soddisfatta, contenta", racconta Ginette Bedard.

Ginette Bedard, un mito assoluto.

Una maratona per tutti, non solo per chi la vincerà.