ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Khashoggi: ucciso e sciolto nell'acido

Lettura in corso:

Khashoggi: ucciso e sciolto nell'acido

Khashoggi: ucciso e sciolto nell'acido
Dimensioni di testo Aa Aa

Ucciso e sciolto nell'acido, sarebbe questa la fine del giornalista Jamal Khashoggi, sparito lo scorso 2 ottobre dopo essere entrato nel consolato dell'Arabia Saudita di Istanbul.

E' l'ipotesi su cui stanno lavorando gli investigatori e i media turchi, che vogliono fare chiarezza sul mistero. Per questo motivo agenti turchi sono entrati all’interno dell’edificio della rappresentanza diplomatica, accompagnati da una delegazione saudita. Intanto da Bruxelles l’Alto Rappresentante dell’Unione europea per gli Affari Esteri, Federica Mogherini chiede la massima trasparenza. “Ci aspettiamo che le autorità saudite facciano luce su quanto accaduto e che le autorità turche collaborino alle indagini.”

La scomparsa del giornalista saudita, collaboratore di Washington Post ed ex direttore del quotidiano arabo Watan, secondo diversi media internazionali sarebbe da imputare al suo atteggiamento fortemente critico contro la famiglia regnante, e in particolar modo contro il re saudita Salman.

Da parte sua il re saudita, che si è sentito telefonicamente con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha ordinato l'avvio di un'indagine interna sulla scomparsa del giornalista avvenuta dopo l'ingresso 13 giorni fa nel consolato di Riad a Istanbul. Inoltre il caso Khashoggi rischia di abbattersi su Jared Kushner, genero e consigliere di Donald Trump, architetto del rilancio, con la scenografica visita del presidente a Riad nel maggio del 2017, dell'alleanza tra Stati Uniti e Arabia Saudita.