ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen al collasso, via al piano di risanamento dell'ONU

Lettura in corso:

Yemen al collasso, via al piano di risanamento dell'ONU

Yemen al collasso, via al piano di risanamento dell'ONU
Dimensioni di testo Aa Aa

Diciotto milioni di persone sull'orlo della fame, il prezzo dei generi alimentari aumentato del 35% nell'ultimo anno, l'epidemia di colera che non si arresta e la moneta in caduta libera. Sempre più gravi in Yemen la crisi umanitaria ed economica.

Nel Paese devastato dalla guerra civile ormai l'80 per cento della popolazione, 22 milioni di persone, necessita di un qualche tipo di aiuto. E negli ultimi tempi, la rabbia riempie le vide delle città.

Al palazzo di vetro si studia un piano di risanamento economico da discutere presto con il Fondo monetario internazionale.

Martin Griffiths, inviato speciale dell'Onu dice:"Penso che la priorità più urgente ora sia un piano economico per arginare la valanga e ripristinare la fiducia nelle strade. Ero a Sanaa un paio di settimane fa: il carburante si stava esaurendo in città, e penso che il problema ci sia ancora. Vediamo gente in strada a Aden e in altre località del sud. Il dolore del popolo yemenita si fa sentire, è davvero palpabile in questo momento".

L'Arabia Saudita ha versato 200 milioni di dollari nelle casse della banca centrale yemenita e non è il primo prestito mentre la svalutazione non accenna a fermarsi: se prima della guerra ci volevano 210 riyal per comprare un dollaro oggi ne servono circa 800.

In Yemen da 4 anni si combatte una guerra per procura tra il governo ufficiale sostenuto da Stati Uniti e Arabia Saudita e i ribelli houthi sciiti appoggiati dall'Iran.