ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto Indonesia: si scava alla ricerca dei sopravvissuti

Lettura in corso:

Terremoto Indonesia: si scava alla ricerca dei sopravvissuti

Terremoto Indonesia: si scava alla ricerca dei sopravvissuti
Dimensioni di testo Aa Aa

Nell'Indonesia in macerie, piegata dal terremoto di magnitudo 7.5 di venerdì scorso, non c'è tempo per fare la conta dei danni che hanno devastato l'arcipelago di Sulawesi: le squadre dei soccorritori continuano a scavare alla ricerca di sopravvissuti, a mano e con i mezzi meccanici dove è possibile.

Cinque giorni all'inferno per l'Indonesia: la scossa di cinque giorni fa, seguita dallo tsunami che ha travolto Sulawesi con onde alte più di 6 metri, un nuovo sisma al largo della costa meridionale di Sumba e il bilancio ufficiale delle vittime che cresce.

Sarebbero circa 1370 i morti nel disastro e oltre 100 i dispersi. Ma i soccorritori non si arrendono.

"Siamo consapevoli dei rischi che ci sono se si tarda negli aiuti - dice un volontario - sappiamo di dover fare in fretta a rimuovere le macerie dove possibile".

Volontario delle squadre di soccorso

Le immagini dall'alto mostrano uno scenario apocalittico: Palu - capoluogo della provincia, uno dei centri piu colpiti - non c'è praticamente piu, spazzato via da terremoto e tsunami.

"È un disastro che si poteva evitare" dicono in molti, denunciando le incertezze nel dare l'allerta e i successivi ritardi nelle operazioni di aiuto.

Adesso tutti gli sforzi sono concentrati nei soccorsi ai feriti e ai sopravvissuti, che lottano con la fame e la sete, secondo le autorità e le organizzazioni non governative che operano sul posto.

Circa 200.000 persone sono in assoluta necessità di aiuto. Molti sopravvissuti sono alla ricerca di acqua potabile, cibo e dei pochissimi edifici, quasi del tutto crollati, che hanno ancora la corrente elettrica.

Scatta anche il fenomeno sciacallaggio: si moltiplicano gli scontri tra la polizia e la folla all’assalto dei market.