ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ahed Tamimi, 17enne palestinese che schiaffeggiò i soldati

Lettura in corso:

Ahed Tamimi, 17enne palestinese che schiaffeggiò i soldati

Ahed Tamimi, 17enne palestinese che schiaffeggiò i soldati
Dimensioni di testo Aa Aa

Circa un anno fa, aveva tirato uno schiaffo a due soldati israeliani. Un gesto che le era costato 8 mesi di prigione.

La giovane palestinese Ahed Tamimi in questi giorni è in Europa. Euronews ha incontrato questa attivista in un incontro organizzato in Francia da un'associazione che supporta la Palestina.

"Mi rivolgo ai giovani europei", ha detto Ahed, "perchè facciano pressione sui loro governi per intervenire in favore della causa palestinese. Dovrebbero guardare a quello che succede davvero sul campo e diffondere l'informazione sui social media. Chiedo anche di boicottare Israele".

Quella sera a Grenoble, 800 persone l'hanno accolta come un'eroina. Accompagnata dalla sua famiglia, ha parlato delle condizioni di detenzione e ha rinnovato il suo appello a mettere fine alla colonizzazione israeliana. Tamimi rappresenta una nuova generazione di attivisti, come spiega l'esperto di Medio Oriente, willy Beauvallet: "Paradossalmente, l'estremismo del governo di Netanyahu e il fatto che il governo americano ha spazzato via tutte le ambiguità riguardanti questo conflitto israeliani e palestinesi offrono una nuova opportunità, una nuova prospettiva di mobilitazione, l'investimento in una nuova forma non violenta che potrà dare il cambio alle generazioni che si sono compromesse negli ultimi 20 anni".

Alla fine del suo tour, che continua in Belgio, Grecia, Spagna, Algeria e Tunisia, Ahed Tamimi ritornerà al suo villaggio di Nabi Saleh, occupato da Israele da 50 anni.