EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

World Judo Championships: l'ucraina Bilodid è la più giovane campionessa del mondo

World Judo Championships: l'ucraina Bilodid è la più giovane campionessa del mondo
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nella prima giornata della competizione, atleti nipponici in mostra in terra azera, tra le donne invece eccelle la 17enne ucraina

PUBBLICITÀ

World Judo Championships, in corso di svolgimento a Baku, Azerbaigian, prima giornata.

Nella categoria donne - 48 kg, grande attesa e relativo successo per la 17enne ucraina BILODID, che vince la medaglia d'oro sconfiggendo in finale la nipponica TONAKI.

Particolarmente emozionata la vincitrice, affiancata dalla madre che è anche la sua allenatrice, nonchè ex judoka iridata.

Terzo gradino del podio per la kazaka GALBADRAKH e l'argentina PARETO.

Daria Bilodid, judoka:

"Non posso crederci, non ci sono parole, sono molto felice, per me è stato un match molto importante, senza contare la pressione da parte della giapponese, che avevo già sconfitto due volte, sapevo che voleva davvero vincere, ha lavorato per questo".

Alla domanda se avesse indossato il numero rosso che contraddistingue il campione del mondo, la Bilodid risponde:

"Sono così felice che potrei farlo, non posso crederci, questo numero è semplicemente incredibile e molto bello".

L'ambasciatore della Federazione Internazionale, Al Bano, consegna all'ucraina la meritata medaglia d'oro.

Tra gli uomini -60 kg, invece, a sbaragliare la concorrenza è il giapponese TAKATO, giustiziere del russo MSHVIDOBADZE, argento.

Terzo titolo mondiale per il nipponico, la cui finale è decisa da un brillante gioco di gambe, che frutta il decisivo waza ari.

Più vicino, ora, il record del transalpino, Teddy RINER, dieci volte campione del mondo.

Ed è proprio Riner a consegnare la medaglia al vincitore della competizione.

Medaglia di bronzo per l'altro giapponese NAGAYAMA ed il georgiano PAPINASHVILI.

Takato Naohisa, judoka:

"Non ero al top, non avendo gareggiato di recente, tuttavia non ho mai perso la passione per difendere il famigerato numero rosso".

Per chiudere, la mossa del giorno arriva dal nipponico Nagayama, il quale grazie a questo splendido uchi mata guadagna un meritato terzo gradino del podio.

#JUDOWORLDS2018 PREVIEW DAY 1 Over 800 athletes from 129 nations will be travelling from around the globe to compete...

Publiée par European Judo Union sur Lundi 17 septembre 2018
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Judo, Abu Dhabi Grand Slam: oro per l'israeliano Muki

World Judo Championships: giornata ancora all'insegna dell'Asia

Judo, il Giappone domina nell'ultimo giorno dei Campionati del mondo