ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al vertice di Salisburgo il puzzle di Brexit

Lettura in corso:

Al vertice di Salisburgo il puzzle di Brexit

Al vertice di Salisburgo il puzzle di Brexit
Dimensioni di testo Aa Aa

Andare avanti in fretta, al fine di non prolungare ulteriormente i negoziati. Questa la sollecitazione della premier britannica Theresa May ai 27 dell'Unione durante il vertice informale dei capi di Stato e di governo di Salisburgo. May ha invitato i leader europei a concentrarsi su come ottenere un accordo sulla Brexit nei prossimi due mesi e ad accogliere le sue priorità: cioè mantenere i legami economici e assicurare il passaggio di beni al confine con l'Irlanda del Nord.

"Credo che questa sia la proposta giusta perché mantiene legami commerciali senza attriti: è l'unico piano credibile e negoziabile sul tavolo che evita confini insormontabili nell'Irlanda del Nord e tiene conto del voto del popolo britannico; se vogliamo raggiungere una conclusione positiva, così come il Regno Unito ha fatto passi avanti anche l'UE dovrà farlo", ha detto May.

May vorrebbe restare nel mercato unico europeo salvando la libera circolazione per i prodotti manifatturieri e agricoli ma non per i servizi, il capitolo più corposo dell'economia britannica. Il presidente di turno dell'Unione, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, ospitando il vertice, ha auspicato che si giunga a una soluzione di compromesso:

"Una hard Brexit sarebbe un accordo in perdita per tutti. Sarebbe molto meglio un compromesso tra il Regno Unito e l'Unione europea", ha detto Kurz.

La premier britannica Theresa May sarà fuori dalla stanza quando gli altri 27 leader discuteranno le sue proposte, più tardi oggi. Ma alcuni hanno già detto che i suoi piani devono essere rielaborati.