ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sanzioni Ungheria, il voto arriva al Parlamento Europeo

Lettura in corso:

Sanzioni Ungheria, il voto arriva al Parlamento Europeo

Sanzioni Ungheria, il voto arriva al Parlamento Europeo
Dimensioni di testo Aa Aa

Già avviate nei mesi scorsi le procedure dell'articolo 7 contro l'Ungheria per aver violato i valori fondamentali dell'Unione, il voto arriva la prossima settimana al Parlamento Europeo chiamato a decidere se applicare sanzioni o meno. I diversi schieramenti sono tutt'ora divisi sulla questione e ci si aspetta, quindi, una votazione difficile.

Judith Sargentini, relatrice per il Parlamento Europeo "Penso che sarà un voto molto serrato, la maggioranza dei due terzi è molto, ma so che la maggioranza del parlamento sostiene la relazione che ho scritto e che è stata concordata con la commissione per le libertà civili. Dobbiamo vedere, ma il messaggio è che le cose vanno male in Ungheria e i cittadini ungheresi hanno diritto alla democrazia e allo stato di diritto come ogni altro cittadino europeo ".

La relatrice, nel suo rapporto evidenzia problemi nel sistema elettorale ungherese, la corruzione, la libertà di espressione e quella accademica.

Judith Sargentini, relatrice per il Parlamento Europeo "Non penso che sia democratico usare male i fondi europei e arricchire la tua famiglia, non penso che sia democratico chiudere i giornali da un giorno all'altro e penso che gli ungheresi che vogliano far parte dell'Europa evogliano anche usufruire di media indipendenti.

Da parte ungherese, il ministro degli Esteri ha definito il rapporto una raccolta di bugie. Il governo pensa che il rapporto sia una vendetta delle forze di sinistra a causa della politica anti immigrazione di Orban.