ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Firenze dichiara guerra allo street food

Lettura in corso:

Firenze dichiara guerra allo street food

Firenze dichiara guerra allo street food
Dimensioni di testo Aa Aa

‘Misure di prevenzione e tutela della vivibilità e del decoro di via de’ Neri e zone limitrofe’. Tradotto significa che Firenze ha appena dichiarato guerra allo street food. Comprare un panino e mangiarlo in strada o seduti su un marciapiede non solo diventa vietato, ma rischia di essere anche costoso visto che la multa prevista va da 150 a 500 euro. A prevederlo una ordinanza del Sindaco di Firenze Nardella che resterà in vigore fino a gennaio 2019 e che divide turisti e associazioni di commercianti.

Daniele Mazzanti, commerciante "Non ho alcun potere sulle persone che escono dalla porta del mio negozio, nel momento in cui lasciano il mio negozio e sono sul marciapiede, quello è uno spazio pubblico, non ho potere, non posso dirgli "alzati e vai"perché se quella persona poi si rivolta contro di me non posso fare nulla, non ho voce in capitolo".

Ai negozianti della zona è imposto di esporre in maniera visibile alla clientela la grafica realizzata dal Comune con i contenuti dell'ordinanza sia in italiano che in inglese. La misura si è resa necessaria dopo il surplus di lavoro degli operatori ecologici, soprattutto alle ore dei pasti, alle prese con cartacce e residui di cibo gettati in terra per una assoluta mancanza di rispetto di una zona, quella del centro di Firenze, Patrimonio dell'UNESCO.