This content is not available in your region

Traffico giovani da Nigeria, un arresto

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Traffico giovani da Nigeria, un arresto
In Italia con scusa viaggio studio, giovani finivano su strada

(ANSA) – TORINO, 4 SET – Con la promessa di un viaggio
studio, un centinaio di ragazze nigeriane sono state affidate a
un ‘connection man’ che le portava in Italia e le costringeva a
prostituirsi. Questa la scoperta dei carabinieri del Comando
provinciale di Torino, che hanno arrestato una 33enne nigeriana,
residente nel capoluogo piemontese. L’accusa è aver reclutato e
indotto alla prostituzione due connazionali. La donna gestiva le
giovani con altre persone che si trovano in Nigeria. Le indagini della compagnia Mirafiori e dei colleghi di Borgo
Dora sono scattate a gennaio, quando una ragazza ha raccontato
ai militari la sua storia: sbarcata a Lampedusa nel 2016, era
stata fatta scappare dal centro d’accoglienza di Settimo
Torinese e consegnata a una ‘madame’. La giovane, che racconta
di aver pagato 100 euro per la fuga, è stata indotta a
prostituirsi: per tornare libera avrebbe dovuto pagare 25 mila
euro. Prima di lasciare il suo villaggio a Benin City, era stata
anche sottoposta a un rito voodoo.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.