ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intervista esclusiva al premier libanese Hariri

Lettura in corso:

Intervista esclusiva al premier libanese Hariri

Intervista esclusiva al premier libanese Hariri
Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre a Damasco ci si prepara a liberare Idlib e la sua provincia, nel nord ovest della Siria, dalle ultime sacche di resistenza ribelli, la Russia resta aperta al dialogo. La nostra giornalista Anelise Borges ha incontrato uno degli attori politici della regione, il premier libanese Saad El-Din Rafik Al-Hariri.Il 48enne Al-Hariri che ha saputo dribblare situazioni geopolitiche piuttosto complesse resta in sella al governo del Libano pur non disponendo di una schiacciante forza parlamentare. La sfida dell'unità del paese è ancora tutta da giocare.

Ecco una anteprima dell'intervista che euronews manda in onda in esclusiva il 31 agosto 2018.

Le forze di opposizione in Siria hanno capitolato, resta soltanto la roccaforte di Adlib sulla quale plana la minaccia di un attacco che significherebbe la fine della guerra, cosa rappresenterebbe questo per il LIbano ? Credo che la Russia raggiungerebbe cosi' il punto e il pieno controllo della Siria, quindi noi ci rapporteremo con i russi.

Come sono le sue relazioni con la Russia?
Ottime, perfette, ho un ottimo rapporto con la Russia e ho un buon rapporto col presidente Putin che rispetto molto. Credo sia qualcuno con cui poter lavorare.

Non pensa di dover fare i conti con Bashar Al-Asad?
Preferirei trattare con il presidente Putin.

Hariri ci ha inoltre parlato della cause delle sue dimissioni l'anno scorso, cosa che produsse un terremoto nella regione. L'intenzione era provocare uno shock e smuovere le cose in Libano e pensa di averlo ottenuto questo risultato. Le cose sembrano essere di nuovo in movimento ma ha ancora bisogno di formare quel governo che possa lavorare sodo proprio per poter attuare le riforme di cui il Libano ha grande bisogno ".

L'intervista completa è disponibile qui