ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Possiamo essere uguali": Marian, la prima modella spagnola con sindrome di Down sfilerà a NY

Lettura in corso:

"Possiamo essere uguali": Marian, la prima modella spagnola con sindrome di Down sfilerà a NY

"Possiamo essere uguali": Marian, la prima modella spagnola con sindrome di Down sfilerà a NY
@ Copyright :
Photo credits: Cuco Cuervo
Dimensioni di testo Aa Aa

Per Marian Ávila il suo sogno si fa sempre più tangibile. L'8 settembre diventerà la prima donna spagnola con sindrome di Down a partecipare a uno degli eventi di moda più importanti al mondo, la settimana della moda di New York.

"Ho sempre voluto fare la modella da bambina, l'ho sempre detto", ricorda in un'intervista video a euronews.

A 21 anni, i suoi sforzi e la sua dedizione stanno dando i loro frutti. Da quando ha iniziato la sua carriera di modella a Madrid, due anni fa, ha partecipato a eventi di alto profilo in Spagna ma non ha mai avuto l'opportunità di partecipare ad un evento di questa portata.

Un messaggio inaspettato

La sua vita ha preso una svolta sorprendente nelle prime ore del mattino di una notte di agosto, quando ha ricevuto un messaggio su Facebook:

"Ciao, sono la vincitrice del concorso per Miss Citrus State Jr., vivo negli Stati Uniti. Ho appena letto un articolo su di te che mi ha toccato il cuore e ho notato che hai sempre voluto sfilatare alla Fashion Week di New York. Sono la figlia della coordinatrice delle modelle per la Fashion Week di New York. Vorremmo realizzare il tuo sogno... Per favore ci dica se è interessata"

Il nome del mittente è Kenzie Dugmore, ha un certo peso nel mondo della moda. La 14enne ha scelto di combattere il bullismo e difendere le persone con sindrome di Down dopo aver vinto il concorso nel 2017. Così, durante la sua ricerca, si è imbattuta nella storia della modella spagnola.

"Le ho detto che il mio sogno era quello di fare la modella a New York", dice.

Un sogno che diventa realtà

Dopo aver parlato con Kenzie, Marian non ha smesso di allenarsi. Ha praticato sul lungomare della sua casa, seguendo i consigli di una delle suoe modelle preferite, Nieves Alvarez. Ha aspettato pazientemente fino al giorno in cui la giovane americana è tornata a contattarla, nell'aprile di quest'anno.

"Il mio angelo custode si è messa in contatto con la stilista Talisha White (per chiederle) se avessi potuto sfilare con lei".

E così il sogno si avvererà. Marian brillerà sulla passerella di New York, contro ogni stereotipo, esibendosi al Park Central Hotel con la collezione di abiti di Talisha White, impegnata nelle campagne di inclusione e emancipazione delle donne.

L'idea la fa battere forte il cuore cuore: racconta che ama indossare lunghi abiti da sera e tacchi. E non solo. La designer la presenterà anche come celebrity model.

"Penso che sarà fantastico, inoltre l'evento è super importante", ha dichiarato una entusiasta Marian. La giovane modella crede che la sua storia possa essere di ispirazione per altre persone affette da Trisomia 21. "Siamo tutti diversi, ma possiamo essere tutti uguali. Dobbiamo essere unici. Dobbiamo perseguire i nostri sogni e andare avanti, come faccio io".