ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Lo Zimbabwe in attesa

Lettura in corso:

Lo Zimbabwe in attesa

Lo Zimbabwe in attesa
Dimensioni di testo Aa Aa

In Zimbabwe è cominciato lo spoglio delle schede elettorali, mentre arrivano già le prime rivendicazioni di vittoria : Nelson Chamisa, il leader dell’opposizione, parla di successo «eclatante ».

Poco dopo anche il presidente del Paese, Emmerson Mnangagwa, ha fatto sapere di avere informazioni molto positive sulla performance del suo partito. In attesa dei risultati ufficiali, il primo dato certo è l’alta affluenza delle prime elezioni dell'era post Mugabe.

"Potrebbe andare in entrambi i modi, ma qualsiasi modo, qualsiasi partito che porti il cambiamento, perché no?", commenta un'elettrice.

"Non importa chi vince o chi perde, ma è finalmente democrazia. Finalmente", aggiunge un giovane.

Sia Mnangagwa che il suo rivale Chamisa hanno definite le elezioni un nuovo inizio per il paese.

"Il voto di oggi è pacifico. Non ho dubbi che la parte finale dell’intero processo elettorale resterà pacifico", ha dichiarato il presidente nel giorno delle votazioni.

I seggi si sono chiusi ufficialmente alle 17 ma alcuni sono rimasti aperti per permettere alla popolazione già in coda di votare. Se nessun candidato otterrà più del 50% è previsto il ballottaggio l'8 settembre.

Per la prima volta dopo 16 anni le elezioni hanno visto la presenza di centinaia di osservatori internazionali, che hanno sorvegliato le operazioni di voto. Secondo Elmar Brok, responsabile della missione europea di osservazione, è troppo presto per poter dare un giudizio.

"In alcuni casi funziona tutto molto bene ma in altri vediamo che c’è totale disorganizzazione e che le persone sono arrabbiate e vogliono andare via. Non abbiamo capito se si tratti di coincidenze o di cattiva organizzazione", ha detto Brok.

Il vincitore dovrà affrontare la grave crisi economica del Paese.