ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Quirinale, incarico a Cottarelli. Il suo discorso: "Governo per portare Italia a nuove elezioni"

Lettura in corso:

Quirinale, incarico a Cottarelli. Il suo discorso: "Governo per portare Italia a nuove elezioni"

Quirinale, incarico a Cottarelli. Il suo discorso: "Governo per portare Italia a nuove elezioni"
@ Copyright :
REUTERS/Tony Gentile
Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha conferito a Carlo Cottarelli l'incarico di formare il governo. Cottarelli si è riservato di accettare, come da prassi.

Lo ha dichiarato il segretario generale del Quirinale, Ugo Zampetti, poco prima della conferenza stampa dello stesso nuovo premier incaricato, ex commissario alla spesa pubblica durante il governo Letta.

Mattarella e Cottarelli al Quirinale

Il discorso alla nazione di Cottarelli

Queste il testo integrale del suo intervento davanti alle telecamere.

“Sono molto onorato come italiano di questo incarico e ce la metterò tutta. Il Presidente Mattarella mi ha chiesto di presentarmi in Parlamento con un programma che porti il Paese a nuove elezioni. Conto di presentare in tempi molto stretti la lista dei ministri. Mi presenterò al Parlamento con un programa che in caso di fiducia includa l‘approvazione della legge di bilancio per il 2019, dopodiché il Parlamento verrà sciolto con elezioni a inizio 2019".

"In assenza di fiducia, il Governo si dimetterebbe immediatamente e svolgerebbe un'azione di ordinaria amministrazione per convocare le elezioni dopo il mese di agosto. Il governo manterrebbe una neutralità completa rispetto al dibattito elettorale. Mi impegno a non candidarmi alle prossime elezioni e chiederò un simile impegno ai membri del governo"

L'intervento "da economista"

"Lasciatemi dire qualche parola da economista: negli ultimi giorni sono aumentate le tensioni sui mercati finanziari e lo spread ma l'economia è in crescita e i conti pubblici sono sotto controllo, il Governo da me guidato opererà una gestione prudente dei conti pubblici".

Quanto ai rapporti con la UE, "il dialogo è essenziale in difesa dei nostri interessi, deve essere costruttivo nel pieno riconoscimento che il nostro ruolo è essenziale come è essenziale la nostra continua partecipazione nell'euro"