ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Özil e Gündogan "testimonial" di Erdoğan, polemica in Germania

Lettura in corso:

Özil e Gündogan "testimonial" di Erdoğan, polemica in Germania

Özil e Gündogan "testimonial" di Erdoğan, polemica in Germania
@ Copyright :
Kayhan Ozer/Presidential Palace/via REUTERS
Dimensioni di testo Aa Aa

Sfida a colpi di foto e tweet

Incidente diplomatico e...calcistico tra Turchia e Germania.

Domenica il presidente turco Recet Tayyp Erdogan ha incontrato a Londra, tutt'altro che in segreto, Mesut Özil e Ilkay Gündogan, famosi calciatori della nazionale tedesca, entrambi di origine turca.

Özil, 29 anni, gioca nell'Arsenal e Gündogan, 27 anni, milita nel Manchester City.
Presente anche un altro calciatore, Cenk Tosun, 26 anni, attaccante di nazionalità tedesca e origine turca, che gioca nell'Everton.
Le foto sono state diffuse proprio dall'AKP, il partito di Erdogan.

Kayhan Ozer/Presidential Palace/via REUTERS
Da sinistra: Gündogan, Özil, Erdoğan e TosunKayhan Ozer/Presidential Palace/via REUTERS

L'utilizzo dei tre calciatori come testimonial, piu o meno ufficiali, della campagna elettorale di Erdogan verso il popolo tedesco di origine turca - in Germania gli è stato vietato di farlo direttamente - ha causato un'aspra critica da parte del mondo del calcio tedesco, ma anche della politica tedesca.

Le reazioni della Federalcio tedesca e di Bierhoff

Il primo a reagire, via Twitter, è stato il presidente della Federcalcio tedesca Reinhard Grindel: "La Federazione rispetta l'indipendenza della particolare situazione dei giocatori con origini straniere, ma il calcio e la federazione sostengono dei valori che non sono rispettati dal signor Erdogan". Grindel ha scritto altresi che "non è positivo per i nostri giocatori lasciarsi strumentalizzare da manovre elettorali".

Interviene anche il team manager Oliver Bierhoff, ex calciatore di Ascoli, Udinese e Milan: "Non ho alcun dubbio sull'impegno di Özil e Gündogan nel giocare per la squadra nazionale tedesca Non erano a conoscenza del significato di questa foto, ma ovviamente non approviamo l'azione e ne discuteremo con ii giocatori ".

Le reazioni dei politici turco-tedeschi e dei Vip

Secco l'esponente dei verdi, Cem Özdemir, di origine turca: "Il presidente di un calciatore tedesco è Frank-Walter Steinmeier, il cancelliere Angela Merkel e il parlamento si chiama Bundestag e si trova a Berlino, non ad Ankara ".

Di origine turca anche Sevim Dagdelen, del partito Die Linke: "Andare in lussuoso albergo a Londra e chiamare Erdogan 'mio presidente', mentre in Turchia ci sono cittadini perseguitati e giornalisti incarcerati è stato un grosso passo falso dei due calciatori ".

Micky Beisenherz, presentatore tv e radio: "Özil e Gündogan non dovrebbero più indossare la nostra maglia della nazionale ".

**Rinnovo "mondiale" per Löw e i convocati

**

Özil e Gündogan saranno, invece, convocati dal c.t. tedesco Joachim Löw per il Mondiale in Russia. Sono due colonne della "Mannschaft" che difende il titolo di campione del mondo conquistato 4 anni fa in Brasile.

Ecco, sotto, la lista dei convocati della Germania.

Buone notizie, alle vigilia del mondiale, per commissario tecnico Löw : è arrivato il rinnovo contrattuale fino al mondiale 2022!