ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le foto del cimitero di auto Volkswagen negli Stati Uniti

Lettura in corso:

Le foto del cimitero di auto Volkswagen negli Stati Uniti

Le foto del cimitero di auto Volkswagen negli Stati Uniti
@ Copyright :
Tutte le foto a Victorville, California: REUTERS/Lucy Nicholson
Dimensioni di testo Aa Aa

La Volkswagen ha ridefinito il concetto di parcheggio negli Stati Uniti. Dopo aver pagato più di 7.4 miliardi per riacquistare circa 350mila veicoli diesel statunitensi a metà febbraio, la casa automobilistica tedesca ha dovuto far fronte al problema del deposito delle automobili sul territorio statunitense.

Può disporre di 37 siti per il parcheggio delle auto in tutti gli States che possono contenere fino a 300mila veicoli. Tra questi anche un ex stadio di football dismesso alla periferia di Detroit, un'ex fabbrica per la produzione di carta nel Minnesota e un enorme appezzamento di terra nel deserto baciato dal sole californiano vicino Victorville.

La portavoce VW, Jeannine Ginivan, ha dichiarato mercoledì 28 che la struttura di stoccaggio di Victorville è una delle tante che "garantiscono il deposito responsabile dei veicoli che vengono riacquistati seguendo i termini dell'accordo" in seguito allo scandalo Diesel.

I veicoli sono qui parcheggiati "provvisoriamente e regolarmente mantenuti in modo da assicurarne l'operatività e la qualità a lungo termine, di modo che possano essere rimessi sul mercato o esportati una volta che il legislatore statunitense abbia approvato le necessarie modifiche alle emissioni", ha aggiunto.

In totale, in seguito alle azioni legali di acquirenti, dei gruppi ambientalisti, degli organismi di regolamentazione per l'ambiente e dei singoli stati, VW ha accettato di spendere più di 25 miliardi di dollari per riacquistare circa 500mila autovetture inquinanti solamente negli Stati Uniti.

Documenti giudiziari mostrano come al 31 dicembre scorso, la casa automobilistica tedesca abbia ricomprato 335mila veicoli diesel, ne abbia rivenduti 13mila e ne abbia distrutti 28mila.

Alla fine dell'anno scorso, VW ha "messo da parte" 294mila automobili in tutto il Paese.

Entro giugno 2019 VW dovrà riacquistare o riparare l'85% dei veicoli coinvolti, oppure dovrà far fronte a ulteriori spese.

L'azienda ha detto che a febbraio ha riparato quasi l'83% dei veicoli in questione e si aspetta di raggiungere presto l'obiettivo.

A metà febbraio VW aveva emesso 437.273 lettere offrendo quasi 8 miliardi di dollari in spese di compensazione o per riacquistare le auto sotto accusa.

Nell'aprile 2017 Volkswagen è stata condannata a tre anni di "libertà vigilata" dopo essersi dichiarata colpevole di tre crimini e aver pagato 4,3 miliardi di dollari in sanzioni federali.

La casa automobilistica nel settembre 2015 ha ammesso di aver truccato il sistema di controllo delle emissioni nei veicoli diesel statunitensi per le macchine vendute dal 2009. Il direttore esecutivo della compagnia è stato costretto alle dimissioni.

Germania, gas di scarico testati non solo sulle scimmie ma anche sugli uomini