ULTIM'ORA

Caso Skripal: "Agente nervino proviene da laboratorio britannico"

Caso Skripal: "Agente nervino proviene da laboratorio britannico"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L'agente nervino utilizzato nell'attacco all'ex spia russa Sergei Skripal e a sua figlia proverrebbe da un laboratorio di ricerca britannico e non dalla Russia. Questa almeno è l'opinione di Vladimir Chizhov, ambasciatore russo presso l'Unione Europea.

"In casi come questo - ha detto Chizhov nel corso di un'intervista all'Andrew Marr Show sulla Bbc - l'agente nervino viene confrontato con i campioni conservati in laboratorio. E Porton Down, come sappiamo tutti, è la più grande struttura militare nel Regno Unito che gestisce la ricerca sulle armi chimiche e si trova a poco più di dieci chilometri da Salisbury".

Chizov ha escluso che scorte di armi chimiche abbiano lasciato la Russia dopo il crollo dell'Unione Sovietica ma ha aggiunto che alcuni specialisti, tra cui scienziati ritenuti oggi responsabili di aver creato agenti nervini, sono stati fatti uscire dal paese e risiedono adesso in Gran Bretagna.

Il ministro degli esteri britannico Boris Johnson ha confermato che nei prossimi giorni saranno eseguite nuove analisi sui campioni di Novichok, l'agente nervino utilizzato contro Skripal. "Questo lunedì - ha detto Johnson - arriverà a Londra un gruppo di esperti dell'Opac, l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche che ha sede all'Aia. Gli metteremo a disposizione i campioni raccolti in modo che li possano analizzare in laboratori che hanno una credibilità a livello internazionale".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.