This content is not available in your region

Trump "Sulla Corea del Nord sarò capace dove gli altri hanno fallito"

Access to the comments Commenti
Di Cecilia Cacciotto
euronews_icons_loading
Trump "Sulla Corea del Nord sarò capace dove gli altri hanno fallito"

Il presidente Trump accoglie la sfida

Posso farlo solo io. Così Donald Trump sull'incontro con Kim Jong-un Non è ancora una fake news ma probabilmente è un po' propaganda.

Un fatto sembra certo, a Donald Trump pare riuscire quello che non è riuscito agli altri presidenti: disinnescare la minaccia della Corea nod.

Non si sa ancora dove e quando, ma l'incontro Trump-Kim si terrà entro maggio. Probabilmente.

Il tweet del presidente americano Donald Trump ha aperto la porta alla buona volontà e rappresenta comunque una svolta per il conflitto diplomatico tra Washington e Pyongyang.

"L'accordo con la Corea del Nord richiede moltissimo e sara', se completato, un accordo molto buono per il mondo. Tempo e luogo devono ancora essere decisi"

Il presidente americano apre così a una fase di dialogo e di disgelo fra i due paesi. Ma cosa bisogna attendersi veramente?

L'analisi di Toby Dalton, direttore del programma sul nucleare del Carnagie:

"La Corea del Nord ha fatto notevoli progressi negli ultimi 10 anni nelle sue capacità nucleari e missilistiche, quindi partiamo da una posizione molto diversa rispetto a quella precedente, il che significa che non possiamo semplicemente rispolverare i piani e gli accordi del 2005 e del 2007. Dobbiamo ricominciare da capo e questo significa ripensare cosa esattamente vogliamo raggiungere e come arrivarci, non si può passare alla denuclearizzazione da un giorno all'altro: si tratta di un processo tecnico, politico e diplomatico lungo".

I giochi olimpici invernali e la schiarita

La schiarita è arrivata improvvisa dopo un'escalation di manacce e toni durata mesi, fra test missilistici, sanzioni e insulti incendiari, i due se le sono dette di santa ragione. Dandosi del "rocket man in missione suicida" a "vecchio rimbambito", da "canaglia" e "bandito", fino a "pazzo, cui non interessa affamare o uccidere il suo popolo".

Il clima delle Olimpiadi invernali in Corea del Sud sono state l'occasione per il passo storico.