EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Caso ex spia russa, Londra: Reagiremo

Caso ex spia russa, Londra: Reagiremo
Diritti d'autore 
Di Maria Elena Spagnolo
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Se il tentato omicidio di Sergey Skripal e della figlia è frutto di attività ostili di un altro governo risponderemo energicamente, ha detto Boris Johnson

PUBBLICITÀ

Nel Regno Unito continuano le indagini su quello che è stato definito il tentato omicidio con un agente nervino dell’ex spia russa Sergey Skripal e della figlia, attualmente ricoverati in ospedale. Sulla risposta del Paese è intervenuto il ministro degli Esteri Boris Johnson.

"Se verrà accertato che questo atto è in qualsiasi modo il risultato di un’attività ostile di un altro governo, diretta o guidata da un altro governo, allora le persone di questo Paese possono essere assolutamente certe che il Regno Unito risponderà energicamente", ha detto Johnson. 

Un' ex funzionaria dell’intelligence Britannica ha messo in guardia contro facili conclusioni sulla responsabilità.

"Penso che questo sia un buon primo passo. Hanno identificato cos’è. Sarà un buon inizio per ulteriori indagini di polizia ma suggerirei che i media e i politici per il momento non si affrettino a dire 'Dev’essere la Russia, è sempre la Russia'. Ci sono molti, molti altri attori", ha dichiarato Annie Machon.

Per gli investigatori si è trattato d'un "tentato di omicidio" contro "un bersaglio mirato".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gran Bretagna sotto scacco: la paura del gas nervino

GB, ex spia russa: è tentato omicidio, agente nervino

Russia: 16 anni di carcere per spionaggio al giornalista statunitense del Wsj Evan Gershkovich