ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Caso ex spia russa, Londra: Reagiremo

euronews_icons_loading
Caso ex spia russa, Londra: Reagiremo
Dimensioni di testo Aa Aa

Nel Regno Unito continuano le indagini su quello che è stato definito il tentato omicidio con un agente nervino dell’ex spia russa Sergey Skripal e della figlia, attualmente ricoverati in ospedale. Sulla risposta del Paese è intervenuto il ministro degli Esteri Boris Johnson.

"Se verrà accertato che questo atto è in qualsiasi modo il risultato di un’attività ostile di un altro governo, diretta o guidata da un altro governo, allora le persone di questo Paese possono essere assolutamente certe che il Regno Unito risponderà energicamente", ha detto Johnson.

Un' ex funzionaria dell’intelligence Britannica ha messo in guardia contro facili conclusioni sulla responsabilità.

"Penso che questo sia un buon primo passo. Hanno identificato cos’è. Sarà un buon inizio per ulteriori indagini di polizia ma suggerirei che i media e i politici per il momento non si affrettino a dire 'Dev’essere la Russia, è sempre la Russia'. Ci sono molti, molti altri attori", ha dichiarato Annie Machon.

Per gli investigatori si è trattato d'un "tentato di omicidio" contro "un bersaglio mirato".

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.