EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Unicef:"Il mondo dimentica i suoi neonati"

Unicef:"Il mondo dimentica i suoi neonati"
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'ong pubblica un rapporto shock sulle morti neonatali nel mondo

PUBBLICITÀ

E' allarmante il numero di decessi tra i neonati, soprattutto nei Paesi più poveri del mondo. L'Unicef ha pubblicato un rapporto sulla mortalità infantile che scuote le coscienze.

i bambini che nascono in Giappone, Islanda, Singapore hanno le migliori chaches di sopravvivenza. Pakistan, Repubblica del Centrafrica e Afghanistan sono i Paesi che offrono le più basse possibilità di sopravvivenza al mondo.

Il rapporto racconta anche come 8 su 10 dei Paesi più pericolosi dove nascere sono quelli dell'Africa subsahariana. Le donne incinte hanno le minori possibilità di ricevere assistenza durante il parto per via di povertà, conflitti e situazioni politche e istituzionali.

Willibald Zeck, a capo del programma per la maternità e i neonati, spiega: " Le donne incinte camminano per giorni per raggiungere un ospedale o una struttura sanitaria e se quella struttura non ha una buona reputazione o non ha i mezzi sufficienti, ci pensano molto bene prima di affidarvisi. Quindi decidono di partorire in casa, con assistenza tradizionale, che non è l'ideale".

Più dell'80% delle morti neonatali sono dovute a nascita prematura, complicazioni durante il parto o infezioni. Ostetriche meglio istruite, acqua più pulita, disinfettanti, allattamento nelle prime ore di vita, e una migliore nutrizione sono le soluzioni per una migliore prevenzione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Allarme dell'Unicef: "Bambini sotto attacco"

Unicef: stop allo ius soli è incivile

Unicef: scuole nei campi profughi per i piccoli Rohingya, per dar loro un futuro migliore