ULTIM'ORA

In aumento gli atti razzisti e antisemiti in Europa

In aumento gli atti razzisti e antisemiti in Europa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli atti razzisti, e in particolare antisemiti, stanno aumentando in Europa. A rivelarlo sono le indagini statistiche condotte in due dei principali paesi europei, il Regno Unito e la Francia.

Le aggressioni antisemite raddoppiano nel Regno Unito 

Lo studio britannico si focalizza sulla violenza antisemita e mostra un trend chiaramente in salita negli ultimi cinque anni. Nel 2017 le aggressioni recensite sono state più del doppio di quelle registrate nel 2012.

In Francia sono stati pubblicati i risultati di uno studio che non riguarda solo l'antisemitismo, ma gli atti razzisti violenti in generale. Anche qui, scorporando i dati, si vede che la violenza è tendenzialmente in aumento e in particolare contro gli ebrei. 

A parte gli atti terroristici, quali l'attentato alla sinagoga di Marsiglia, nel 2002, o la strage alla scuola ebraica di Tolosa, del 2012, sono in aumento anche le aggressioni, come l'ultima del 31 gennaio scorso, vicino a Parigi. Vittima un bambino di otto anni, preso a calci in strada semplicemente perché indossava la kippah, il classico copricapo ebraico maschile.

In Italia la situazione sembra essere meno allarmante, ma secondo la presidente della comunità ebraica di Roma, Ruth Dureghello, bisogna mantenere alta la guardia, perché il fenomeno dell'antisemitismo è in costante mutazione e quindi difficile da contrastare.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.