EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Nanga Parabat: salvata l'apinista francese Elisabeth Revol

Nanga Parabat: salvata l'apinista francese Elisabeth Revol
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Non ci sarebbero più speranze invece di ritrovare il compagno di cordata, il polacco Tomasz Mackiewicz

PUBBLICITÀ

È stata salvata l'alpinista francese bloccata sul Nanga Parabat. Elisabeth Revol è stata ritrovata a quota 6.700 da due scalatori polacchi Denis Urubko e Adam Bielecki, che hanno interrotto la loro spedizione sul K2 per salvare la collega. Individuatala, l'hanno aiutata a scendere fino a quota 5mila, la sportiva non avrebbe potuto farlo da sola, avendo i piedi congelati. Là, un elicottero ha potuto prenderla a bordo.

Non ci sarebbero più speranze invece per il compagno di cordata, il polacco Tomasz (Tomek) Mackiewicz, che teoricamente si trova troppo in alto per essere raggiungibile.

L'alpinista francese era al suo secondo tentativo in scalata invernale a questo 8mila pakistano che non viene soprannominato la 'montagna assassina' per niente: è la seconda cima, dopo il famigerato Annapurna, per la mortalità che ingenera fra chi tenta la sua ascensione. Le statistiche dicono che, dalla prima spedizione, nel 1895, il 28% di coloro che si sono cimentati nell'impresa non è tornato per raccontarla. Fra le vittime del Nanga Parabat c'è anche il fratello di Reinhold Messner, Günther Messner. 

Condividi questo articoloCommenti