Russia: no al film satira su Stalin

Russia: no al film satira su Stalin
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Un'offesa al nostro popolo: così il Ministero della Cultura russo ha bollato il film "Death of Stalin". E arriva il "niet" alla distribuzione nelle sale

PUBBLICITÀ

Non arriverà questa settimana nelle sale russe il film "Death of Stalin" - titolo italiano: "Morto Stalin se ne fa un altro" - sarcastico racconto delle lotte di potere dopo la morte del dittatore sovietico nel 1953.

Una presa in giro del popolo russo: così lo ha valutato il Ministero della Cultura, che ha ritirato il permesso per la distribuzione.

"È un film che non deve essere proiettato perché insulta tutti noi, non solo quelli che vissero in quel periodo, non solo i personaggi rappresentati", conferma Nadezhda Usmanova, che guida il dipartimento d'informazione della Società storica militare russa, coinvolta nell'organizzazione dell'anteprima.

Il Ministero ha inoltre ritenuto inadatta la distribuzione della pellicola a pochi giorni dalle celebrazioni per il 75 anniversario della battaglia di Stalingrado e con le presidenziali di marzo 2018 alle porte.

Il film, già nelle sale italiane, è un adattamento della graphich novel di Fabien Nury e Thierry Robin.

"E' una commedia su cosa succede al Cremlino, una lotta di potere, che è davvero per la sopravvivenza", ha dichiarato il regista britannico di origine italiana Armando Iannuncci, che ha fatto sapere di sperare ancora in un ripensamento delle autorità russe.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Fonti vicine a Navalny: "Trattative per uno scambio di detenuti" poco prima della morte

Guerra in Ucraina, cinque civili morti e dieci feriti: attacchi russi in diverse regioni

Guerra in Ucraina: Zelensky, il 2024 sarà l'anno della svolta