EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Iraq: Mosul è ancora un cumulo di macerie

Iraq: Mosul è ancora un cumulo di macerie
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Solo il 40% della rete elettrica e delle reti idriche è stato ripristinato nella parte occidentale, per il resto si procede solo alla rimozione delle macerie.

PUBBLICITÀ

A sette mesi dalla riconquista di Mosul da parte delle forze irachene, i lavori di ricostruzione non sono ancora iniziati.

Solo il 40% della rete elettrica e delle reti idriche è stato ripristinato nella parte occidentale, per il resto si procede solo alla rimozione delle macerie.

Per la ricostruzione occorreranno almeno altri due anni secondo i piani del parlamento iracheno. Il ministro Jaber Abd Haji dice che ci sarà bisogno di molto denaro e più tempo.

"Il denaro necessario per la ricostruzione di queste aree è stimato a 100 miliardi di dollari o più - ricorda il vice ministro alla Ricostruzione, Jaber Abd Haji - Il problema che ci troviamo ad affrontare è che avevamo dei piani di investimento, ma sono andati tutti completamente distrutti dopo l'invasione dell'Isis".

Solo la scorsa settimana è stata riaperta la strada che collega l'ex 'capitale' dello Stato islamico in Iraq con le altre province nel nord del Paese. Mentre da sotto le macerie si continuato a recuperare cadaveri: ad oggi sono oltre 2600.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iraq, servono 100 miliardi per la ricostruzione

Mosul città fantasma. Il Kuwait aiuterà la ricostruzione

Iraq, parlamento approva la legge per criminalizzare l'omosessualità: fino a 15 anni di reclusione