EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Marcia anti Kabila in Congo, spari e lacrimogeni: morti

Marcia anti Kabila in Congo, spari e lacrimogeni: morti
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Violenta repressione della protesta pacifica dei cattolici

PUBBLICITÀ

Almeno due civili e un poliziotto uccisi, diversi feriti e decine di arresti in Congo domenica: le autorità hanno usato le maniere forti contro gli attivisti cattolici in protesta pacifica contro la permanenza al potere del presidente Joseph Kabila il cui mandato è scaduto a fine 2016.

"Persino sotto il presidente Mobutu, che era un dittatore, si poteva fare una marcia pacifica", ha osservato un ragazzo. Gli ha fatto eco una donna: "Siamo stanchi. Non abbiamo avuto mai pace in questo paese, non funziona nulla, non mangiamo. Il presidente Kabila è ancora giovane e può lasciare il suo posto a qualcun altro e tornare poi, se proprio vuole. Ha già lavorato parecchio, è sufficiente, non lo vogliamo".

I cattolici hanno indetto la protesta a un anno dalla firma, sotto l'egida dei vescovi, di un accordo che prevedeva di tenere entro la fine del 2017 le elezioni presidenziali, rinviate invece a dicembre 2018.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Repubblica Democratica del Congo, il portavoce dell'esercito: "Sventato un tentativo di golpe"

Repubblica Democratica del Congo: preoccupa l'inquinamento da estrazione petrolifera

Congo, giura il presidente Tshisekedi al suo secondo mandato