Mea culpa e condoglianze di Merkel a parenti vittime di un anno fa

Mea culpa e condoglianze di Merkel a parenti vittime di un anno fa
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Cerimonia a Berlino in ricordo delle vittime al mercatino di natale un anno fa, ma le famiglie che hanno criticato la Merkel non sono venute.

PUBBLICITÀ

I parenti delle vittime dell'attentato al mercatino di Natale di Berlino hanno incontrato la cancelliera Angela Merkel, a un anno dalla tragedia. Momenti di preghiera, raccoglimento e silenzio. 

 Un anno fa il tunisino Anis Amri, in seguito abbattuto dalla polizia italiana presso Milano, travolse la folla a bordo di un tir provocando 12 morti e decine di feriti nella centralissima Breitscheidplatz della capitale tedesca.

Alla cerimonia del ricordo di Berlino non sono venuti però i parenti di Fabrizia Di Lorenzo che, come i familiari delle altre 11 vittime di Amri, avevano firmato una lettera aperta alla Merkel, criticando la gestione complessiva dell'accaduto e rimproverandole, fra l'altro, di non aver porto loro le condoglianze personalmente, in un anno.

 La settimana scorsa, il delegato per i familiari delle vittime Kurt Beck ha reso pubblico un rapporto in cui con le denunce dei parenti delle vittime sulle tante mancanze del sistema, si faceva autocritica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Germania: a Berlino il museo del cibo disgustoso, molto più di una semplice esperienza sensoriale

Germania: manifestazioni pro Ucraina a due anni dall'invasione russa

Berlinale: il documentario Dahomey vince l'Orso d'Oro