EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Territori palestinesi: verso la nuova intifada

Territori palestinesi: verso la nuova intifada
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Scontri in Cisgiordania e a Gerusalemme est con decine di feriti, dopo la decisione di Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale israeliana

PUBBLICITÀ

La decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele ha scatenato l'ira nei territori palestinesi. Mentre il governo Netanyhau si dice convinto che altri Paesi faranno lo stesso passo storico compiuto dagli americani.

Ma in queste ore, molte cancellerie staranno soprattutto prestando attenzione a quello che avviene sul campo. E manifestazioni si sono svolte ovunque con scontri in diverse località, a Gerusalemme est, intorno alla Striscia di Gaza e in Cisgiordania: a Hebron, Ramallah, Betlemme, dove, per protesta, è stato anche spento l'albero di Natale in Piazza della Mangiatoia.

I feriti sono decine, intorno ai 120, secondo un conteggio destinato a salire.

Dice l'inviato di NBC news Richard Engel:

"Siamo alla periferia di Ramallah. La situazione sta andando avanti così da ore ed è probabile che continui ancora per molte altre ore e forse anche di più. I palestinesi stanno parlando di una nuova rivolta, una nuova intifada, per ottenere soddisfazione riguardo alle loro richieste. Dicono che il processo di pace in cui si sono impegnati per decenni non funziona più. Dicono che con il suo discorso il presidente Trump ha dimostrato che gli Stati Uniti non possono più fare da giusti mediatori nel conflitto. Così ora ci provano in un altro modo, scendendo in piazza."

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tsahal si ritira dalla Cisgiordania

I cristiani ortodossi celebrano la Pasqua: in Georgia veglia di protesta a lume di candela

Segretario Onu: a Gaza 196 operatori umanitari uccisi, "è inconcepibile", l'Idf si scusa