ULTIM'ORA

Unicef: bambini oltre la metà dei rifugiati Rohingya nel Bangladesh

Unicef: bambini oltre la metà dei rifugiati Rohingya nel Bangladesh
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono bambini oltre la metà dei Rohingya che vivono in dure condizioni nei campi del Bangladesh: qui mancano cibo, acqua pulita e cure mediche denuncia il rapporto dell’Unicef “Outcast and Desperate”.

Sono quasi 340.000 i bambini fra i 600.000 Rohingya fuggiti dal Myanmar dal 25 agosto scorso quando è cominciata quella che l’Onu definisce la campagna di pulizia etnica compiuta dall’esercito. “Un’emergenza che non finirà presto, per questo è necessario che la frontiera resti aperta e che venga garantita la protezione dei bambini”, afferma Simon Ingram, autore del rapporto dell’Unicef.

“Questi bambini si sentono abbandonati, così lontani, senza la possibilità di ricevere sostegno e aiuto”, prosegue Ingram. “Non sorprende che debbano considerare quel luogo come l’inferno sulla terra”.

Soffre di malnutrizione acuta un bambino sotto i cinque anni su cinque e c‘è il rischio che si diffonda il colera avverte l’agenzia dell’Onu che fornisce vaccini, acqua e bagni.

Lunedì a Ginevra verranno discusse le promesse di aiuto per i rifugiati: per l’Onu sono necessari circa 370 milioni di euro nei prossimi sei mesi per aiutare i Rohingya.


Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.