EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Kurdistan iracheno: plebiscito per l'indipendenza

Kurdistan iracheno: plebiscito per l'indipendenza
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I governi turco e iracheno avviano manovre militari congiunte in risposta

PUBBLICITÀ

I risultati del referendum sull’autodeterminazione nella regione curda irachena dovrebbero essere annunciati nelle prossime ore, ma già si conosce ufficiosamente l’esito, come previsto, un plebiscito per l’indipendenza. Il voto non è vincolante, tuttavia è un risultato storico per i curdi ed è inquietante per la stabilità territoriale dei paesi dell’area. Il governo iracheno e quello turco, si erano dichiarati assolutamente contro la consultazione. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva addirittura minacciato un intervento militare.

Questa abitante di Ankara sembra essere d’accordo:

Non avrebbero dovuto votare, come turchi siamo contrari – dice – è contro la pace.

Il territorio dove vivono i curdi si stende maggioritariamente fra Iraq, Turchia, Siria e Iran. Dyarbakir, nel sud-est della Turchia è una delle principali città curde, qui i commenti sono ovviamente diversi:

Sono curdo e questo referendum fatto dall’altra parte della frontiera mi rende felice. Adesso tutti sanno che vogliamo uno stato. Auspichiamo che il governo curdo in Iraq dichiari l’indipendenza il più presto possibile.

Il premier iracheno Haidar Al Abadi ha ribadito l’incostituzionalità della consultazione. In risposta al voto sono state avviate esercitazioni militari congiunte turco-irachene. Erdogan ha commentato: Solo Israele ha interesse a riconoscere il risultato del voto.

Condividi questo articoloCommenti