Tutti contro Donald Trump, mentre Obama fa il record di 'mi piace' su Twitter

Tutti contro Donald Trump, mentre Obama fa il record di 'mi piace' su Twitter
Di Cinzia Rizzi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Ha scatenato non poche polemiche il passo indietro di Donald Trump, che martedì davanti alle telecamere ha dato la colpa per quanto accaduto in Virginia a entrambe le parti, rimangiandosi le accuse alla sola estrema destra, ma coinvolgendo quella che il Presidente americano chiama ‘‘estrema sinistra’‘.

Nel frattempo ha fatto il record di ‘mi piace’, il tweet di Barack Obama che, riferendosi a Charlottesville, ha scritto: ‘‘Nessuno è nato odiando qualcun altro per il colore della pelle, il suo ambiente sociale, o la sua religione’‘.

“No one is born hating another person because of the color of his skin or his background or his religion…” pic.twitter.com/InZ58zkoAm

— Barack Obama (@BarackObama) 13 agosto 2017

Ma non solo i politici hanno voluto dire la loro. La star dell’NBA LeBron James, si è espressa così durante un evento in Ohio: ‘‘La sola via per essere una società migliore, per essere persone migliori, è quella dell’amore. Ed è il solo modo per conquistare qualcosa, tutti insieme. Non è l’uomo che viene chiamato Presidente degli Stati Uniti, o chiunque altro. Siamo noi, che dobbiamo agire, guardandoci allo specchio e chiedendoci: ‘cosa possiamo migliorare per ottenere un cambiamento?’ ‘’.

Non si placano intanto le proteste, in giro per gli Stati Uniti, per denunciare ciò che è avvenuto sabato a Charlottesville. ‘‘Il suprematismo bianco è violenza’‘, il messaggio lanciato dai manifestanti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Obama e il suo tweet da record sulla tolleranza

Charlottesville. Trump torna a ribadire: "colpe da ambo le parti"

Le reazioni internazionali alla morte di Alexei Navalny, Mattarella: "Più ingiusta conclusione"