EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Apple non pagherà tasse arretrate in Irlanda

Apple non pagherà tasse arretrate in Irlanda
Diritti d'autore 
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

“Non siamo noi gli esattori d’Europa”, fra l’Unione Europea e Apple, Dublino sceglie gli interessi della mela. In una intervista esclusiva con un quotidiano tedesco, il ministro delle finanze irlandese Paschal Donohoe ha rispedito al mittente la richiesta di Bruxelles di chiedere all’azienda 13 miliardi di euro di tasse retroattive.

Nel 2008 il gigante dei computer e altre aziende, ottennero di pagare pochi balzelli. Così Apple riuscì a portare in Irlanda, mediante un sistema di vasi comunicanti, buona parte del fatturato generato in Europa. Una manovra che non piacque a molti Stati e all’Unione Europea stessa.

Aspettando un verdetto finale che potrebbe richiedere fino a 5 anni Apple e Irlanda hanno raggiunto un accordo da applicare in caso di verdetto sfavorevole. L’accordo prevederebbe di restituire ad Apple il denaro delle tasse se questa dovesse perdere in appello. Che vinca o perda Apple questo denaro non lo sborserà mai.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

iPhone rallentati: cause contro Apple

L'Europa che voglio: tasse e giustizia fiscale, cosa farei da europarlamentare

L'Europa che voglio: lavoro e aziende, cosa farei da europarlamentare