Venezuela: servono le sanzioni?

Venezuela: servono le sanzioni?
Diritti d'autore 
Di Alberto De Filippis
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Potrebbero servire a qualcosa le sanzioni minacciate da più paesi contro il Venezuela? In realtà chi produce in bolivares, operando poi sul mercato internazionale in dollari, soprattutto gli alti papaveri del regime, da un embargo del genere ha tutto da guadagnare. Ne soffrirebbe la popolazione civile. Sanzioni alla cubana non farebbero che rafforzare Maduro che ha cercato di ovviare stampando moneta e svendendo i gioielli di famiglia come dei crediti della compagnia petrolifera statale, alla Goldman Sachs. Anche congelare gli interessi di persone come il presidente o il potentissimo Diosdado Cabello disturba gli interessati, ma non inficia granché il loro peso nel paese.

Così un analista finanziario commenta le ultime minacce del Presidente Trump.

Mark Weisbrot: “Non farà altro che peggiorare le cose perché la gente sarà ancora meno in grado di rifornirsi di medicine. Questo non farà che deprimere ancora di più l’economia del Paese e privarla di quelle cose di cui parlava l’amministrazione. Anche le sanzioni contro le compagnie petrolifere che sono il salvadanaio della nazione. Sapete il 95% delle esportazioni ne dipende. E voi riducete gli ingressi attraverso le sanzioni. Una cosa che molte persone non riescono a capire è che la semplice minaccia di sanzioni economiche, anche quando l’amministrazione Trump decide di ventilarle pur senza attuarle, costerà al paese miliardi di dollari e farà del male all’economia. Chiunque pensi anche solo di investire nel paese sa che difficilmente rivedrà il denaro che ha sborsato perché in qualsiasi momento potrebbero arrivare sanzioni e chiunque investa, o presti denaro al paese, sa che non rivedrà un centesimo”

Il valore della moneta locale in appena qualche giorno è crollato del 10%. L’inflazione è una delle più alte del mondo, senza dimenticare che paesi come la Cina hanno già fatto sapere che le sanzioni non sono che un’ingerenza nei fatti di un paese sovrano. Per ora sembra che il governo di Nicolas Maduro nonabbia nulla da temere.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, mandato d'arresto per il leader dell'opposizione Juan Guaidó

Ballano i diavoli in Venezuela

In Europa 821 reti criminali pericolose: l'86% può penetrare l'economia legale