EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Russia-Gate: Per il Post Trump valuta i suoi poteri di grazia. Nuova tegola su Sessions.

Russia-Gate: Per il Post Trump valuta i suoi poteri di grazia. Nuova tegola su Sessions.
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

Il presidente Trump ancora sotto assedio per il Russia-gate. Secondo il Washington Post il presidente degli stati uniti starebbe dscutendo coi suoi avvocati del suo potere di concedere la grazia non solo ai suoi collaboratori e familiari, ma anche a se stesso. In un tweet il presidente nega e rilancia l’accusa ai media, ma certo qualche preoccupazione la desteranno le rivelazioni del quotidiano secondo cui l’ambasciatore russo a Washington, Sergiej Kislyak, avrebbe confermato di aver discusso di temi legati alla campagna elettorale di Trump con l’attuale ministro della giustizia Jeff Sessions, che a quel tempo ricopriva l’incarico di consigliere del candidato presidente.
Una nuova tegola, che si aggiunge alle tante altre sollevate dall’indagine sui rapporti tra lo staff del presidente e î russi e che coinvolgono anche il figlio di Trump, Donald Junior, che in settimana testimonierà a porte chiuse di fronte al senato sul suo ruolo nella faccenda. E per ben due volte, il 24 e il 25 luglio, di fronte alle commissioni intelligence di camera e senato, comparirà anche Jared Kushner, genero e consigliere di Trump.
Donald Junior e Kushner, risponderanno alle domande della commissione sotto giuramento.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa: Trump licenzia Jeff Sessions

Biden ai corrispondenti: "Liberare i giornalisti imprigionati, Trump bambino di 6 anni"

Usa, l'ex vicepresidente Pence: "Io contro l'isolazionismo, dobbiamo sostenere gli alleati"