Venezuela: proseguono le proteste, Maduro risponde alle minacce di Trump

Venezuela: proseguono le proteste, Maduro risponde alle minacce di Trump
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied
PUBBLICITÀ

I manifestanti anti-governativi si sono scontrati martedì con la Guardia Nazionale Venezuelana a Tachira e Caracas, mentre la temperatura è ai massimi livelli a causa della nuova Assemblea Costituente, proposta dal Presidente Nicolas Maduro e per la quale si dovrebbe votare il 30 luglio.

Sempre nella giornata di martedì, l’Assemblea Nazionale, guidata dall’opposizione, ha votato per sostituire i giudici della Corte Suprema, accusati di sostenere la decisione del governo Maduro. L’opposizione e l’organo giudiziario sono allo scontro diretto da marzo, quando la Corte Suprema ha deciso di esautorare il Parlamento del diritto di legiferare.

Non si è fatta attendere neanche la risposta del Presidente venezuelano a Donald Trump, che lunedì aveva minacciato pesanti sanzioni, qualora venisse imposta la Costituente. ‘‘Nessun governo straniero dà ordini alla nostra patria, qui comandano solo i venezuelani’‘, ha dichiarato Maduro, che si trova a dover combattere su più fronti in una battaglia costata la vita negli ultimi tre mesi già a 100 persone.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezuela, mandato d'arresto per il leader dell'opposizione Juan Guaidó

Ballano i diavoli in Venezuela

Senegal, è crisi politica. Manifestanti contro la polizia