EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Il taekwondo per dimenticare la guerra in Siria e continuare a sognare

Il taekwondo per dimenticare la guerra in Siria e continuare a sognare
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Due bambine rifugiate siriane prendono lezioni in un campo profughi giordano. Il loro sogno? Laurearsi campionesse del mondo

PUBBLICITÀ

Nel campo rifugiati di Azraq, in Giordania, decine di bambine siriane prendono lezioni di taekwondo, iniziativa della federazione internazionale e dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Tra loro ci sono le sorelline Rayan e Zeinab, scappate dalla guerra un anno fa. La loro vita, grazie all’arte marziale coreana, è cambiata radicalmente.

“Vorrei diventare campionessa del mondo. Vorrei che la gente, vedendomi, si chiedesse ‘ma come fa una bambina a difendersi cosi’ bene?’‘, dichiara Rayan davanti alle telecamere.

Hanno gli obiettivi chiari queste bambine, come spiega anche il loro allenatore: “Amano il taekwondo e hanno grandi ambizioni: diventare campionesse. Hanno anche iniziato a seguire le gesta dei professionisti’‘.

Per le due sorelline, questa accademia di taekwondo è diventata la loro seconda casa. Nella speranza che non lo sia ancora per molto, ma che possano presto calcare le pedane di tutto il mondo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Siria, raid all'ambasciata dell'Iran a Damasco: Khamenei, "Israele sarà punito"

Siria: autobomba esplode in un mercato, morti e feriti

Israele pronta a colpire altri obiettivi di Hezbollah in Libano e Siria, Gallant: "È persecuzione"