Israele a Gaza: 'devo staccare la corrente'

Israele a Gaza: 'devo staccare la corrente'
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
PUBBLICITÀ

Solleva l’allarme generale la notizia che Israele intenda ridurre la fornitura di energia elettrica alla Striscia di Gaza.

La paura di una nuova escalation di tensione nei territori si propaga da Gaza alla Comunità internazionale alle organizzazioni umanitarie.

Israele rimpalla la responsabilità della decisione all’Autorità palestinese, che ha deciso di ridurre in modo significativo i pagamenti delle bollette della Striscia .

AVIGDOR LIEBERMAN, ministro della Difesa isreliano:

“È la prima volta che c‘è coscienza del fatto che questa crisi non sia voluta da israele, ma a un concfitto interno tra Fatah e Hamas”.

Dal 2007, Hamas controlla la Striscia di Gaza dopo aver espulso l’Autorità palestinese, che non è riuscita a ricomporre la frattura.

Tutti i tentativi di riconciliazione sono falliti al momento, ma l’Autorità continua a pagare il conto di Gaza per la fornitura d’elettricità a Israele.

Se la misura venisse applicata, gli abitanti di Gaza avrebbero energia elettrica per due ore al giorno, stando a alcuni calcoli e secondo alcune fonti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"

Gaza, aumentano gli aiuti umanitari ma preoccupa la crisi idrica

Gaza: la maggior parte degli ostaggi di Hamas potrebbe essere morta