EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Governo May: bufera tra i Tories

Governo May: bufera tra i Tories
Diritti d'autore 
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lasciano i due capo-staff di May, già pronto il sostituto

PUBBLICITÀ

Cadono le prime teste, il prezzo che il primo Ministro conservatore Theresa May sta pagando per il risultato fallimentare alle elezioni politiche dell’8 giugno. Lasciano due figure importanti del team della premier: Nick Thimoty e Fiona Hill, ovvero i due consiglieri chiave del suo staff. Secondo la stampa si tratta di una richiesta avanzata dai Tories alla May, mentre in molti ripetono che è lei che dovrebbe andarsene.

Theresa May is weak, her authority is shattered. So let’s fight to take her down. New video > https://t.co/gBK6VG30Rc

— Owen Jones (@OwenJones84) 9 giugno 2017

Dal canto suo la premier non molla e poche ore dopo nomina il nuovo capo di gabinetto. Si tratta di Gavin Barwell che nelle parole della May,“porterà la sua notevole esperienza nel nuovo ruolo che gli ho affidato”. Lo stesso Garwell aveva definito il primo Ministro come “la persona dotata di tutte le qualità necessarie ai Tory”. “Il partito deve unirsi attorno a lei e sostenerla nel suo lavoro”, aveva aggiunto.

Prove di coalizione intanto tra i conservatori e i nordirlandesi del Dup, un’intesa che garantisce di superare il problema dell“hung parliament” il parlamento sospeso, ma che dall’altro si preannuncia molto fragile. Confermati i ministri chiave, tra questi Amber Rudd di nuovo agli Interni. Per il partito laburista la May, è l’unica responsabile, i consiglieri non c’entrano. I bookmaker inglesi intanto puntano su Corbyn premier.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

UK, verso governo bicolore tories - unionisti

Il partito unionista nordirlandese "kingmaker" della politica britannica

Elezioni Regno Unito: rassegna stampa internazionale