EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Europol: fotografie per risalire ai pedofili

Europol: fotografie per risalire ai pedofili
Diritti d'autore 
Di Simona Volta
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'agenzia per la lotta al crimine dell'UE lancia la campagna 'Stop Child Abuse'

PUBBLICITÀ

Si chiama ‘Stop Child Abuse’ ed è la nuova campagna lanciata online dall’Europol, l’agenzia finalizzata alla lotta al crimine dell’Unione europea.
L’obiettivo è risalire ai pedofili tramite dei fermo immagine di oggetti, tratti da foto contenenti materiale pornografico esplicito che hanno come protagonisti dei minorenni,

“In un caso di abuso di un bambino – racconta Wil van Gemert, vicedirettore dell’Europol – abbiamo visto un castello gonfiabile sullo sfondo di una foto. Abbiamo identificato il luogo in cui il castello era stato prodotto, siamo stati in grado di risalire al fornitore. Lo abbiamo contattato e abbiamo scoperto che questo modello viene venduto in un solo Paese dell’Unione europea. Questo ci ha permesso di focalizzarci su una certa area, durante le indagini, e così abbiamo identificato il carnefice e salvato la vittima”.

L’idea è che chiunque, vedendo le fotografie online, possa dare il proprio contributo. L’Ufficio di Polizia europeo ha anche ribadito come un maggiore e più semplice accesso alla rete abbia fatto aumentare in modo esponenziale i casi di abusi sessuali.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Paesi Bassi: armato prende in ostaggio clienti di un bar a Ede, arrestato

Trump colpevole per i pagamenti a Stormy Daniels: prima condanna a un ex presidente, pena a luglio

Austria, la criminalità a Vienna potrebbe avere un impatto sulle elezioni europee