Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La Siria al centro del G7 di Lucca.

La Siria al centro del G7 di Lucca.
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Si doveva parlare di lotta al terrorismo, Libia, Ucraina, Corea del Nord, al G7 dei ministri degli esteri a Lucca, ma l’attacco all’arma chimica della settimana scorsa in Siria ha stravolto l’agenda. Assente la Russia, è stata l’occasione per il britannico Boris Johnson di affidare allo statunitense Rex Tillerson un messaggio da recapitare a Mosca martedì: “I russi possono scegliere: rimanere incollati al regime di Assad con tutto ciò che questo comporta, un regime tossico che avvelena il proprio popolo, e che sta avvelenando la reputazione della Russia stessa, oppure lavorare con il resto del mondo”.

"I russi possono scegliere fra Assad e il resto del mondo"

Boris Johnson Ministro degli esteri britannico

Niente intesa invece al G7 sull’energia che si è svolto a Roma, perché l’amministrazione Usa sta considerando la possibilità di uscire dall’accordo di Parigi. Accordo che gli attivisti di Greenpeace hanno voluto difendere consegnando ai ministri un gigantesco termometro.