Borse europee piatte, non c'è reazione di panico a Siria e Svezia

Borse europee piatte, non c'è reazione di panico a Siria e Svezia
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L’attacco statunitense in Siria e l’attentato di Stoccolma non suscitano il panico sui mercati europei che archiviano l’ultima seduta della settimana con una prestazione…

PUBBLICITÀ

L’attacco statunitense in Siria e l’attentato di Stoccolma non suscitano il panico sui mercati europei che archiviano l’ultima seduta della settimana con una prestazione piatta.

Fanno eccezione Parigi e Londra che guadagnano rispettivamente lo 0,27% e lo 0,5%. Il Ftse Mib a Piazza Affari finisce appena sopra la parità.

Le borse europee chiudono la seduta influenzate dagli indici poco mossi di Wall Street dopo la pubblicazione del dato sulla disoccupazione, ai minimi da dieci anni negli Stati Uniti, e quello sulla creazione di nuovi posti a marzo, inferiore al previsto.

Dopo l’avvio debole del dollaro è l’euro a perdere nei confronti della valuta statunitense, scambiato a 1,061. In rialzo il petrolio, con il WTI oltre i 52 dollari al barile e il Brent sopra i 55. Sale anche l’oro, portandosi a 1266 dollari l’oncia, ai massimi da novembre 2016.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Scontro diplomatico fra Washington e Mosca dopo operazioni in Siria

Mercati in ansia dopo attacco Usa in Siria: vola l'oro, petrolio riprende la corsa

Siria, intervento militare Usa in risposta all'attacco chimico